Sostienici - Museo Diocesano

Perché sostenerci?

Il Museo Diocesano annovera preziosi lasciti e importanti donazioni, fra le opere esposte.

Donare al Muso Diocesano è dare una testimonianza d’amore per l’arte, un contributo prezioso alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale e un atto di generosità nei confronti della Comunità di oggi e di domani, oltre che un segno di partecipazione alla vita culturale del territorio.

Per avere maggiori infomrazioni puoi contattare la Segreteria del Museo:

Il nostro network

Il Museo Diocesano di Brescia rinnova ogni anno l’intenzione di aderire a network prestigiosi che vogliono valorizzare i luoghi di cultura e di fede.

Il Museo fa parte di AMEI – Associazione Musei Ecclesiastici Italiani e GardaMusei e aderisce ad Abbonamento Musei Lombardia e Brescia Card.

Come sostenerci?

Dona Ora

ENTE: Fondazione Museo Diocesano
Natura dell’Ente: privata
Indirizzo: via Gasparo da Salò, 13
CAP: 25122
Città: Brescia. Prov.: Brescia
Tel: 030 40233 Fax: 030 3751064
E – Mail: museo@diocesi.brescia.it

Codice Fiscale 98138400175 Partita IVA 03339320982 SDI: M5UXCR1
Tipo di Accreditamento: BPER: Banca
COORDINATE BANCARIE: IT 20S053871120500042709770
BIC BPMOIT22XXX

Donazioni, lasciti e depositi

E possibile effettuare donazioni al Museo Diocesano e depositare opere d’arte stipulando apposite convenzioni. Presso la nostra istituzione sono depositati capolavori provenienti da parrocchie, privati o altre collezioni. Alcune di queste donazioni sono confluite in cataloghi scientifici e in lavori di ricerca realizzati da collaboratori professionisti e docenti.

Restauri

E’ possibile aiutare il Museo Diocesano appoggiando i restauri, spesso onerosi, che divengono necessari per la corretta manutenzione delle opere esposte. Grazie al sostegno di sponsor privati si sono conclusi i restauri di:
• Madonna con il Bambino di Girolamo Romanino (Rotary Club Maclodio e Comune di Maclodio)
• Allegoria dell’Immacolata di Agostino Galeazzi (Associazione Culturale Libertà@Progresso)
• Madonna detta del gatto di artista italiano, copia da Federico Barocci (Accademia di Belle Arti di Venezia – Laboratorio Corso di Restauro diretto dal prof. Vanni Tiozzo)
• Affreschi di Ottavio Amigoni del chiostro maggiore di San Giuseppe (Lions Club Brescia e Ina Assitalia)

5×1000

Puoi sostenere il Museo Diocesano destinandoci il 5×1000 nella tua dichiarazione dei redditi.
Come?
I modelli CUD, 730 e UNICO contengono un riquadro nel quale sono presentate tre aree di destinazione del 5×1000.
Poni la tua firma nel riquadro (primo in alto a sinistra) dedicato a: “Sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997”

Inserisci il codice fiscale della Fondazione Museo Diocesano 98138400175

Indicare il Codice Fiscale è fondamentale perché, altrimenti, le risorse verranno suddivise tra tutti i beneficiari della norma appena illustrata e non destinate unicamente alla nostra Fondazione. Per effettuare la scelta, la scheda va presentata unitamente alla dichiarazione dei redditi entro gli stessi termine di scadenza previsti. Non si tratta di una tassa in più e non costa nulla: è una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia per destinarla al sostegno delle Associazioni no profit.
Questo gesto, assolutamente gratuito, non preclude la destinazione dell’8 per mille.

I vantaggi di diventare partner

Diventare Partner significa partecipare alla vita del Museo e sostenerne le attività,  contribuire concretamente a trasmettere la passione per l’arte e la cultura, ma anche avere a disposizione opportunità di relazione e di comunicazione. Per le aziende o i singoli donatori le aree possibili di intervento sono molteplici: restauro, mostre, eventi, rassegne, festival, attività per le scuole o progetti speciali.